XIII PACCHETTO SANZIONI CONTRO LA RUSSIA

Il 23 febbraio 2024, con il Reg. 745/2024 è stato adottato il c.d. XIII pacchetto di sanzioni contro la Russia, che modifica il Reg. UE n° 833/2014 e il relativo il “Reg. UE n° 753/2024 che modifica il Reg. UE n° 269/2014” entrato in vigore il 23 febbraio 2024.

 

Restrizioni oggettive

Sono state aggiunte all’allegato VII del Reg. 833/2014, in cui sono elencati i beni che possano contribuire al rafforzamento militare e tecnologico o allo sviluppo del settore della difesa e della sicurezza della Russia, e per i quali vige un divieto di esportazione vendita, fornitura e/o trasferimento in tale Paese le sguenti voci doganali:

  • 22 (“Condensatori elettrici fissi elettrolitici all’alluminio (esclusi condensatori di potenza)”;
  • 8504 (“Trasformatori elettrici, convertitori elettrici statici (per esempio raddrizzatori), bobine di reattanza e bobine di autoinduzione”).

Relativamente ai codici doganali 8504.10, 8504.21, 8504.22, 8504.23, 8504.31, 8504.40, 8504.50 e 8504.90, il divieto di esportazione non si applicano per i contratti conclusi prima del 24 febbraio 2024 la cui esecuzione è prevista entro il 25 maggio 2024.

 

Restrizioni soggettive

Ai sensi del Reg. 2024/753, sono state inserite nella black list 106 nuove persone fisiche e 88 nuove entità nell’allegato I del Reg. UE 269/2014 cui non è possibile vendere beni o servizi, pena l’applicazione delle sanzioni. Si tratta di enti, persone fisiche e giuridiche connesse al settore militare russo, nonché politici, membri dell’ordinamento giudiziario. Tale divieto è esteso anche a soggetti aventi sede in Ucraina, Bielorussa, Iran, Hong Kong, IndiaSri LankaCinaSerbiaKazakistanTailandia e Turchia che, commerciando specifici componenti e/o impianti, sostengono indirettamente la macchina bellica russa. Ciò nell’ottica di prevenire il fenomeno dell’elusione delle sanzioni contro la Russia attraverso la triangolazione con Paesi terzi.

Il 23 febbraio 2024, con il Reg. 745/2024 è stato adottato il c.d. XIII pacchetto di sanzioni contro la Russia, che modifica il Reg. UE n° 833/2014 e il relativo il “Reg. UE n° 753/2024 che modifica il Reg. UE n° 269/2014” entrato in vigore il 23 febbraio 2024.

Comba&Rosano Studio Legale – 07 marzo 2024